Passa ai contenuti principali

Sgute Pasquali Calabresi


Pasqua si sta avvicinando..ed io vi voglio proporre un dolce tipico Calabrese..le "Sgute Pasquali"...che insieme alla mia nonna prepariamo proprio per questo periodo.La tradizione vuole che questi dolci vengano preparati qualche giorno prima per poi consumarli durante il periodo pasquale ed in particolare a pasquetta gustandoli con i salumi caserecci.Di consuetudine vengono cotti al forno a legna..ma in mancanza di questo si può usare tranquillamente il forno casalingo.



Il procedimento è uguale a quello delle nacatole che trovate qui...l'unica differenza sta nel fatto che quando si deve dare la forma alla pasta...si adagia sopra un uovo..e con delle striscioline di pasta si fissano alle sgute.E poi vengono cotte al forno.



Sull'utilizzo dell'uovo bisogna fare una precisione.Se si usa il forno a legna bisogna utilizzare un uovo crudo...mentre se si usa il forno casalingo l'uovo va leggermente cotto.




Curiosità:si possono fare diverse forme,mia nonna prepara anche le bambole e i pappagalli e come tradizione li dona a noi nipoti.





Nota: NEI PROSSIMI GIORNI POSTERO' UN MODO PIU' SEMPLICE PER PREPARARE QUESTI DOLCI.

Commenti

Betty ha detto…
che belle le tradizioni! manteniamomle vive perchè sono il nostr passato, hanno dentro le nostre radici!
bravissima, baciiiiii.
Scarlett: ha detto…
le avevo viste durante il mio week end da Fiorella,da noi invece si chiamano''cudduri cu l'ovu''e anche queste si preparano nello stesso periodo e si regalano...bello vedere quanto siano simili le nostre tardizioni...ti abbraccio
Manuela e Silvia ha detto…
Carinissime le forme..e i dolcetti non li conoscevamo...ma sembrano buonissimi!!!
un bacione
BigShade ha detto…
ti ho gia' detto che ti adoro, si? le tue ricette sono sempre originali sebbene fortemente radicate nelle tradizioni!
avrei voluto provarle le nacatole ma per via di tutti questi chili in piu' il fritto proprio non me lo posso permettere :)! posso provare questa pero'! ma se volessi usare il lievito di birra? che dici?
un bacio!
Laura ha detto…
Ma che belliiiii,sarà un vero divertimento prepararli insieme!!
Braveee! :)
Federica Simoni ha detto…
ma dai sono fortissimi! brava!
Dolci a gogo ha detto…
ma che bonta!!!!!e poi li adoro sono cosi belli che nn riuscirei a mangiarli!!davvero una bella ricetta!!bacioni imma
Federica ha detto…
Quante meravigliose ricette sto scoprendo giorno dopo giorno. E quelle delle nonne hanno sempre un sapore speciale. Baci cara, complimenti
Raffi ha detto…
anche da me si usano...le compra la mia mamma dal forno...come mi piacciono!!! Bravissima!
Manuela ha detto…
Queste ricette regionali mi piacciono molto , ricette che si tramandano e che non si dimenticheranno mai!! Grazie per farcele conoscere!! Complimenti a te e anche alla nonna!!Bacioni.
fiorix ha detto…
Ciao cara ma che differenza noi le sgute le facciamo con l' impasto dei biscotti quelli con il lievito madre non così...con questa pasta invece noi facciamo 'i cullaraci' senza l' uovo..anche così credo siano davvero buone e poi belle le forme che fa la tua nonna!Complimenti..un bacione
marianna franchi ha detto…
Ciao!Che buoni devono essere e che belli!Un abbraccio
Micaela ha detto…
ma che carine! non conoscevo questa tradizione! un bacione.
Simo ha detto…
che meraviglia queste sgute...ma sai che proprio non le conoscevo?
E bello avere ancora una nonna con cui prepararle...
Josephine ha detto…
Shade: Grazie shade sei sempre carinissima.comunque certo si possono fare con il lievito di birra..in settimana metterò il procedimento.


tutte: grazie tante...siete sempre gentilissime.la mia nonna è un tesoro in tutti i sensi.

fiorix: si tra siderno e locri ci sono molte differenze culinarie.

scarlett: lo sai che per andare da fiorella mi sei passata davanti?!

bacioni a tutte.
Elisa ha detto…
Che bella tradizione, molto simpatica!!
Unknown ha detto…
tesoro, sono carinissimi e teneri!!! Un'idea che voglio tenere presente con i bimbi per Pasqua!!! Grazie!!
Franci
P.S. Mi sono accorta di una cosa: in alto a sx dove scorrono i tuoi piatti, nella scritta "fingerfood" c'è un piccolissimo errore... ;-)
Sono proprio carine Alice, bellissime le vecchie tradizioni!!
Bacio
stefi ha detto…
Bravissima Alice, non li conosco ma mi sanno di buono, come le antiche tradizioni di ogni regione!!!!!!
Baciotto!!
GuyaB ha detto…
Ma che meraviglia!!!!!
Ambra ha detto…
Queste nonne!!Non lo conscevo questo piatto...sono molto simpatiche queste figure...brava!!Bacio
ilcucchiaiodoro ha detto…
Grazie mille per aver partecipato!
bellissimi, vorrei anch'io provare un dolcetto per le prossime feste ...i tuoi mi piacciono molto, ciao
Elena ha detto…
Sempre belle le ricette della nonna, bravissima, un bacio
Alem ha detto…
ma che belle!!!
La Cucina di Papavero ha detto…
sono molto belli questi dolci, anche in sicila si fanno.mia nonna li faceva con la pasta di pane.mia mamma li fa con gli agnelli pasquali e poi ci attacca la frutta di pasta reale,io li faccio con l "impasto x i biscotti.cmq e"importante mantenere le tradizioni,fa parte del nostro bagaglio di vita.complimenti a te e alla tua nonna
Anonimo ha detto…
complimenti a nonna Pina. Ho fatto le sgute "veloci" (ngute : come si chiamano dalle mie parti)sono buonissime , proprio come me le ricordavo. complimenti per il sito... userò le vostre ricette per il menù di Pasqua :capretto e sgute di sicuro.

Post popolari in questo blog

Torta mimosa moderna.

In occasione dell' 8 Marzo e per omaggiare le donne, ho deciso di preparare una torta mimosa un po' rivisitata.  Veramente deliziosa e molto equilibrata.  Ingredienti : Per la frolla : 250 gr di farina, 125 gr di burro morbido, 100 gr di zucchero a velo, 55 gr di uova, (1 uovo) 15 gr di tuorli (1 tuorlo) 5 gr di lievito per dolci, Pizzico di sale e scorza di limone Per la mousse al cioccolato bianco e vaniglia : (di A. Servida) 125 gr di latte intero, 230 gr di cioccolato bianco, 5 gr di colla di pesce + 25 gr di acqua, 250 gr di panna fresca semi-montata, 1/2 bacca di vaniglia, Per la gelee di ananas :(da pepare il giorno prima) 500 gr di polpa di ananas, 50 gr di zucchero, 7,5 gr di colla di pesce + 37,5 gr di acqua Per la crema pasticcera al cocco: (di Iginio Massari) 500 gr di latte intero, 120 gr di tuorli, (8/9 circa) 140 gr di zucchero, 20 gr di amido di riso, 20 gr di amido di mais, 50 gr di pasta di cocco 1/2 bacca di

Pasta choux di Sal De Riso

Prima di postare il dolce che ho preparato per San Valentino,voglio pubblicare la ricetta della pasta choux di Sal De Riso.E' una base molto usata nella pasticceria ma non solo.Posso dirvi che questi bignè mi hanno proprio "conquistata",sono perfetti un gusto piacevole e la loro consistenza una volta cotti non cambia nei giorni successivi.Entrano a tutti gli effetti nel mio libro delle ricette. Ingredienti: (a me son venuti circa 100) 250 gr di acqua; 250 gr di burro; 300 gr di farina; 7 uova medie;(circa 300-350 gr) 5 gr di sale. Procedimento: In una pentola far sciogliere il burro con l'acqua.Aggiungere il sale e quando arriva ad ebollizione unire ,in una sola volta,la farina... ...quindi mescolare velocemente fino a quando l'impasto si staccherà dalle pareti.Versare il contenuto nella planetaria e lavorare per 30 secondi in modo da far raffreddare un pò il composto.Aggiungere le uova in due volte.. ...mescolare fino ad ottenere un

Torta con bavarese al caffè e cremoso al cioccolato.

Buona sera a tutti.Ieri per festeggiare il compleanno del mio maritino ho preparato questa deliziosa torta.Si tratta di una torta con bavarese al caffè ed un cremoso al cioccolato fondente.Il risultato un dolce dal gusto delicatissimo,il caffè con il cioccolato crea un connubio perfetto.Al festeggiato,e non solo,è piaciuta tantissimo. Ingredienti: (per un anello da 24 cm) per il biscotto al caffè: 100 gr di farina, 100 gr di zucchero, 150 gr di uova, 1 tazzina di caffè, per la bavarese al caffè: 75 gr di tuorli, 50 gr di zucchero, 185 gr di latte intero, 185 gr cioccolato bianco, 185 gr di caffè dalla moka, 380 gr di panna semimontata, 7,5 gr di gelatina in fogli, per il cremoso al cioccolato fondente : (presa dal blog di Ylenia ) 65 gr di tuorli, 30 gr di zucchero, 160 gr latte, 3 gr di gelatina in fogli, 80 gr di cioccolato fondente, per la glassa al cacao: ( di Giuseppe Palmisano) 210 gr di zucchero semolato, 75 gr di acqua, 70 gr di caca